Atlante storico

La storia dell’umanità non si può separare dallo spazio che le ha offerto la natura, dai luoghi fisici nei quali hanno preso forma le differenti culture e civiltà. Dai bacini fluviali che accolsero le prime comunità agricole – il Nilo, il Tigri, l’Eufrate, l’Indo –, ai mari che misero in contatto popoli remoti, agli altopiani sui quali fiorirono grandi imperi – Iran, Anatolia –, alle steppe dalle quali partirono invasori che nessuna frontiera avrebbe potuto fermare, la storia umana, nella sua inestricabile varietà, si è scritta sulla non meno diversa geografia del pianeta, che, senza determinare in modo assoluto l’evoluzione delle vicende dei popoli, ha tuttavia dato loro impulsi e incentivi che hanno fatto emergere e consolidare le grandi culture della storia. Il volume che Storica National Geographic offre ora ai suoi lettori invita a visitare i mutevoli paesaggi della storia delle più antiche civiltà dell’Occidente. Lungo le sue pagine scorreranno le differenti fasi della civiltà egizia, con la sua dialettica tra Alto e Basso Egitto, le incursioni nel misterioso Sudan, le grandi campagne in Siria... La storia parallela della Mesopotamia, la terra fra i fiumi, ci mostrerà la nascita delle prime città, le fulminanti conquiste di assiri, persiani e parti e lo splendore dei mitici empori fenici lungo la costa di Levante, che con i loro viaggi nel Mediterraneo si trovarono a convivere, e a competere, con un altro grande Paese di mercanti, la Grecia, la terra di Ulisse, dei tiranni di Sicilia, degli eroi di Atene e Sparta e del grande conquistatore del mondo antico, Alessandro Magno, che con il suo esercito si spinse fino oltre l’Indo. Lo stesso destino di conquista che perseguirà tenacemente Roma, il popolo marziale per eccellenza, che fece del Mediterraneo il Mare Nostrum e, attraverso ambivalenti relazioni con le popolazioni germaniche, pose le radici della futura identità europea.

Vuoi essere sempre informato sulle iniziative di Storica? iscriviti subito