EDITORIALE NUMERO

Editoriale 94

Anche se Attila non riuscì a mettere le mani su Roma, come quarant’anni prima aveva fatto Alarico con i suoi visigoti, il re unno resta l’icona del “barbaro” che cala dal Nord distruggendo un millennio di civiltà. Le tendenze storiografiche di oggi cercano di mettere a fuoco gli elementi di questa

Vedi dettagli »

EDITORIALE NUMERO

Editoriale 93

L’atto di Unione con l’Inghilterra, nel 1707, e i nuovi fermenti dell’Illuminismo e della Rivoluzione industriale segnarono il decollo della Scozia nel XVIII secolo. Considerata sempre una regione arretrata e depressa, alla nascita del Regno Unito aveva una popolazione cinque volte inferiore e una ricchezza 36 volte più

Vedi dettagli »

EDITORIALE NUMERO

Editoriale 92

Per la civiltà italiana il Cinquecento rappresentò uno scenario diverso dai due secoli precedenti, che avevano visto la nascita dell’umanesimo. Questo, nato con la riscoperta del patrimonio dell’età classica, che poneva

Vedi dettagli »

EDITORIALE NUMERO

Editoriale 91

Napoleone è stato chiamato anche “l’imperatore rivoluzionario” poiché volle salvaguardare quegli aspetti della Rivoluzione – specie l’uguaglianza e la fraternità – che al termine di quel periodo rischiavano di essere travolti dai tentativi di restaurazione della monarchia. La sua azione

Vedi dettagli »
Vuoi essere sempre informato sulle iniziative di Storica? iscriviti subito