EDITORIALE NUMERO

Editoriale 54

L’Apocalisse, vera o presunta che sia, fa più notizia di ogni altra cosa. Per questo l’Anno Mille è rimasto impresso nella memoria  collettiva come un tempo segnato dal terrore dell’avvento dell’Anticristo, che ha lasciato in ombra molti altri eventi dell’epoca.

Lo

Vedi dettagli »

EDITORIALE NUMERO

Editoriale numero 53

È un peccato che nei manuali di storia non si parli più diffusamente delle variazioni della popolazione delle città, perché poche cose come queste danno un’idea immediata dei cambiamenti storici e socioeconomici.

La Firenze di Dante per esempio, era all’epoca una

Vedi dettagli »

EDITORIALE NUMERO

Editoriale numero 52

Non fu il primo papa a bloccare un’invasione barbarica. Prima di lui, nel 452, Leone I Magno incontrò Attila sul Mincio e lo convinse a desistere dall’invadere Roma semplicemente in virtù della sua autorità morale.

Con il papa Gregorio I Magno le cose andarono

Vedi dettagli »

EDITORIALE NUMERO

Editoriale numero 51

È curioso che il primo re d’Italia sia stato un barbaro, quell’Odoacre che avendo deposto Romolo Augusto nel 476 sancì senza accorgersene la fine dell’Impero Romano d’Occidente e insieme la conclusione dell’Evo Antico e l’inizio del Medioevo (in realtà

Vedi dettagli »
Vuoi essere sempre informato sulle iniziative di Storica? iscriviti subito